Avviare una Campagna Remarketing in Google Ads: Guida Aggiornata

Eccoci a una seconda guida dedicata al remarketing in Google Ads.
Prima di procedere con la visione del contenuto sottostante ti invito ad andare a dare un’occhiata a quest’altro articolo in cui ho spiegato come muovere i primi passi (collegamento con Analytics, creazione del primo pubblico di remarketing ecc).

Dando per scontato allora che tu abbia tutto chiaro in mente – ovvero Analytics, Ads e un primo pubblico generico “Tutti i visitatori” – procediamo in maniera spedita per capire come avviare una campagna remarketing in Google Ads.

I tipi di campagne remarketing in Google Ads

Puoi utilizzare il remarketing sia per le campagne Display che per le campagne di Ricerca, e si possono anche sfruttare Youtube e Gmail
Ci sono dei requisiti, però, che variano in base proprio alla rete di riferimento:

  • Nella Rete Display, l’elenco per il remarketing deve aver accumulato almeno 100 visitatori o utenti attivi negli ultimi 30 giorni
  • Nella  Rete di Ricerca, l’elenco per il remarketing deve accumulato almeno 1000 visitatori o utenti attivi negli ultimi 30 giorni
  • Su YouTube, l’elenco deve aver accumulato almeno 1000 visitatori o utenti attivi negli ultimi 30 giorni
  • Su Gmail, l’elenco deve aver accumulato almeno 100 visitatori o utenti attivi negli ultimi 30 giorni nella Rete Display

Puoi utilizzare il remarketing per campagne nuoze di zecca o puoi applicarlo a campagne già in esecuzione.
Un argomento delicato, però, è quello delle impostazioni di targeting: procedi col paragrafo successivo!

Impostazione Targeting & Impostazione Osservazione

Quando opererai col remarketing ti troverai di fronte a queste diciture (guarda il video qui in alto, se già non lo hai fatto).
Cosa vogliono dire e cosa implicano?

  • Nelle campagne di ricerca, ti consiglio di utilizzare l’impostazione di “Osservazione” con un aggiustamento delle offerte: la tua campagna scatterà in funzione della ricerca, come di consueto, ma con questo trucchetto potrai investire più budget se chi sta effettuando la ricerca ha già visitato il tuo sito, ad esempio
  • Nelle campagne display (e anche a quelle Youtube), invece, consiglio l’impostazione di “Targeting”: qui non c’è alcun aggiustamento e i tuoi banner verranno mostrati solo al pubblico da te selezionato

    Per approfondire, consulta pure questa guida di Google che – eccezionalmente – mi sembra abbastanza chiara.

Creare una campagna di Remarketing in Google Ads

Per creare una nuova campagna completamente da 0, segui il solito percorso:

  • Clicca sul bottone “Nuova campagna”
  • Seleziona l’obiettivo
  • Seleziona il tipo di campagna
  • Continua e poi procedi col resto (lingua, località e così via)

Tipi di offerta per una campagna di Remarketing

Se per una campagna non-remarketing puoi anche valutare l’idea di massimizzare i clic (cosa che comunque non consiglio, molto spesso), qui è davvero il caso di ragionare sulle conversioni.
Proprio perché il traffico lo dovresti aver già generato precedentemente e ora è il caso di portare il risultato a casa con un bell’acquisto o richiesta di preventivo!

Segmenti di pubblico per il Remarketing in Google Ads

Dopo aver selezionato tutte le impostazioni del caso e aver compilato tutti i campi richiesti, arriverai all’area dedicata all’audience/segmenti di pubblico.
È questa l’area chiave per il remarketing!

  • Clicca su “Sfoglia”
  • Clicca sulla voce “Segmenti di pubblico per il remarketing e simili”
  • Seleziona il pubblico che avrai creato precedentemente (ad esempio “Tutti i visitatori”)

Se l’audience selezionata è troppo piccola, puoi sempre selezionarne altre e poi dividerle tra i gruppi di annunci o sfruttare l’ampiamento di pubblico, intercettandone di simile.
Sto per creare un nuovo contenuto focalizzato sulle audience in Google Ads, quindi tieni d’occhio questo blog!

Le dimensioni degli annunci di Remarketing in Google Ads

Le dimensioni degli annunci di remarketing di Google Ads non sono diverse da quelle utilizzate per altre campagne.

  • Per la Rete di Ricerca: puoi utilizzare le dimensioni degli annunci testuali standard (o anche quelli adattabili) come faresti per qualsiasi campagna di non-remarketing
  • Per la Rete Display: come sopra, anche in questo caso nulla di diverso dal solito ( banner standard 300 x 250,728 x 90 e così via)

I costi del remarketing in Google Ads

Il costo non è diverso dalle solite campagne di ricerca, video o display: tutto ciò che devi fare è impostare i tuoi segmenti di pubblico come visto nell‘altra mia guida e utilizzarli come target.

In sintesi, spero che questo percorso di approfondimento sul remarketing in Google Ads ti sia utile quanto meno per avere un minimo di infarinatura generale.
Per qualsiasi cosa sai già che puoi utilizzare l’apposita area commenti qui sotto.
Alla prossima!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *