Skip to content

Cos’è il Gclid? Ovvero, cos’è il Google Click ID?

In questo articolo, risponderò alla domanda: “cos’è Gclid?”
Spiegherò il concetto dietro Google Click ID (Gclid) e fornirò alcuni esempi di come funziona. Spero di darti una migliore comprensione dell’importanza di questa funzione.
Inoltre, ti spiegherò anche perché lo vedi aggiunto alla fine degli URL dopo aver fatto clic sugli annunci pubblicitari.

Cos’è Gclid?

Gclid, noto anche come “ID clic di Google” o in inglese “Google Click Identifier”, è un identificatore di tracciamento che viene generato quando qualcuno cerca una delle tue parole chiave e fa clic sul tuo annuncio.
Pertanto, ogni volta che il tuo annuncio viene cliccato tramite Google Ads, un Gclid verrà aggiunto alla fine del link della pagina di atterraggio.
Ad esempio: fmppc.com/?gclid=123456789 (se facessi campagne con atterraggio nell’homepage, cosa che generalmente NON raccomando di fare. Ma sto divagando.)

Come attivare Gclid?

  • Collegare Google Ads con Google Analytics
    In Google Analytics, fai clic su “Amministratore” e vedrai una schermata con varie opzioni. Selezionando “Collegamento Google Ads”, puoi creare un nuovo gruppo di collegamenti e confermare che il tuo account Google Ads (stringa numerica) corrisponda.
    Se stai utilizzando lo stesso indirizzo email Google per entrambi gli account, questo passaggio sarà semplicissimo: segui le comode istruzioni su schermo.
  • Controlla che il collegamento sia avvenuto con successo
    Una volta completato il collegamento, torna al tuo account Google Ads e visualizza la sezione “Account collegati” nel menu Strumenti nella parte superiore dello schermo (o quanto meno per ora si trova in alto a destra).
    Qui verificherai che il collegamento tra l’ex AdWords e Analytics sia stato correttamente impostato.
  • Assicurati che la codifica automatica sia abilitata
    Successivamente, fai clic su “Panoramica” nel tuo account Google Ads.
    Sul lato sinistro, fai clic su “Impostazioni Account”: qui potrai verificare che la codifica automatica sia abilitata.
    Ciò aggiungerà automaticamente Gclid alla fine dei tuoi URL quando qualcuno fa clic sul tuo annuncio Google.

Perché usare Gclid?

In sostanza, Gclid passa passa automaticamente le informazioni dal tuo account Google Ads al tuo account Google Analytics, senza che tu debba creare più URL lunghi (con l’URL Builder).
Abilitare un Gclid ti farà risparmiare tempo e tenere traccia delle specifiche della campagna, inclusi costi, costo per clic, sessioni, frequenza di rimbalzo, targeting per gruppo di annunci, targeting per parole chiave, quale annuncio ha generato clic e dati di conversione.

Gclid e altre piattaforma di pubblicità online

Puoi anche generare il tuo Gclid in Bing Ads andando alle impostazioni del tuo account e abilitando la codifica automatica in Bing Ads, che ti aiuterà a tracciare le tue campagne in Google Analytics.
Gclid è utile per semplificare il lavoro, evitando l’URL Builder, ad esempio, che invece andrebbe utilizzato per altre piattaforme come Pinterest Ads e Facebook Ads.

Spero che questo articolo sia di tuo gradimento.
Per qualsiasi cosa, lascia pure un commento nell’apposita area sottostante.
Alla prossima!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Call Now ButtonChiamami al Numero Verde